Tu sei qui

Curricoli disciplinari

 

Finalità dell’Istituto

Favorire il pieno successo formativo di tutti gli alunni ed il loro orientamento nel mondo.

 

 

SAPER ESSERE (identità)

Percepirsi come persona positiva, ricca di esperienze e di opportunità;

conoscere le proprie capacità,

i propri desideri ed avere una buona autostima;

saper lavorare in gruppo;

saper effettuare scelte.

 

SAPER FARE (autonomia)

Acquisire capacità logiche

 e operative attraverso  l’uso di materiali e strumenti diversi

e la partecipazione a laboratori

che utilizzino linguaggi alternativi al verbale.

 

SAPERE

(competenze)

Acquisire competenze progressivamente più elaborate di lettura e comprensione di testi diversi, coltivando il piacere di leggere;

conoscere  almeno una lingua straniera, a partire dalla scuola dell’infanzia;

utilizzare a fini di ricerca,

comunicazione ed espressione

gli strumenti offerti dalle nuove tecnologie;

conoscere il proprio territorio, la sua storia, le sue caratteristiche morfogeografiche e correlarlo ad altri, ampliando la conoscenza del mondo;

maturare sicure competenze  matematiche e scientifiche .

 

 

Obiettivi formativi d’Istituto

  • Imparare ad imparare, individuando collegamenti e relazioni.
  • Collaborare e partecipare in modo responsabile ed autonomo.
  • Saper usare i vari linguaggi nei processi di costruzione delle conoscenze e quindi nei diversi contesti disciplinari.
  • Utilizzare  strumenti per la pianificazione dei processi, la progettazione e realizzazione dei prodotti.

 

In allegato a fondo pagina sono disponibili per l’apertura o il download i curricoli disciplinari dei diversi ordini di scuola.

 

E inoltre:

- Bisogni educativi speciali

I bisogni educativi nella scuola di oggi, coinvolta in un ampio progetto di radicale innovazione, fanno riferimento non più solamente agli alunni diversamente abili, ma anche ai sempre più numerosi casi di difficoltà e disturbi di apprendimento - DSA - (legati alla scrittura, lettura, calcolo, linguaggio, attenzione, memoria, alle abilità visuo-spaziali). Alle varie difficoltà di apprendimento corrispondono bisogni educativi speciali, conseguentemente si rendono necessari interventi individualizzati.

Nell’Istituto, come previsto dagli Accordi di Programma per l’integrazione scolastica e formativa Legge 5/02/1992 N°104), viene formato ogni tre anni il Gruppo di Lavoro per l’integrazione Scolastica (GLIS). Per l’anno scolastico in corso il gruppo risulta così costituito:

Dirigente Scolastica: CIONI EMANUELA

Insegnanti:Modesti M.A., Ciccarelli A. ,Cecchini Elisabetta, Vignali Claudia.

Componente genitori: n. 3 genitori

Unità sanitaria locale: dottor Gherardi.

• I rappresentanti dell’Ente locale, (Comuni di Alto Reno Terme e Castel di Casio) e gli educatori comunali.

 

Inoltre, ogni alunno, con continuità o solo per determinati periodi, può manifestare Bisogni Educativi Speciali: per motivi fisici, biologici, psicologici, sociali, culturali, rispetto ai quali la scuola offre un’adeguata e personalizzata risposta. A tale scopo, il nostro Istituto ha individuato i seguenti criteri per la determinazione di alunni per i quali è necessario un Piano Educativo Personalizzato.

Criteri per la determinazione degli alunni Con Bisogni Educativi Speciali

Per essere classificati come alunni con bisogni educativi speciali ed avere un PEP, gli studenti devono rientrare nelle seguenti categorie:

a) FORTE DISAGIO EMOTIVO: Iperattività’ - Forte aggressività - Forte introversione - Pesante ansia/emotività – Forte calo dell’autostima/depressione

b) DIFFICOLTA’ DI APPRENDIMENTO:  Tempi lunghi di apprendimento/esecuzione – Scarsa  memorizzazione a lungo termine –Tempi di attenzione brevissimi –Difficoltà di comprensione della comunicazione orale di base – Difficoltà di produzione della comunicazione orale di base ( bagaglio lessicale limitato/ non corretta costruzione della frase)

c) SITUAZIONE DI ATTESA DI UNA DIAGNOSI DI: DSA –Certificazione – Competenze cognitive deficitarie – Deficit psico/motorio

d) ALUNNI CON RELAZIONI RILASCIATE DALL’ASL CHE ATTESTANO VALORI AL LIMITE DELLA NORMALITA’, MA NON SEGNALABILI NE’ CERTIFICABILI

e) ALUNNI IN SITUAZIONE DI PROLUNGATA OSPEDALIZZAZIONE E/O SOTTOPOSTI A TERAPIE INVASIVE/PESANTI

f) ALUNNI STRANIERI DI PRIMA IMMIGRAZIONE

 

- Integrazione alunni stranieri

Dall’analisi dei dati emersi nella rilevazione effettuata nell’anno scolastico in corso, risultano presenti

nel nostro Istituto allievi stranieri secondo la seguente percentuale: 17,13 %

Per sopperire alle comunque inevitabili difficoltà linguistiche-comunicative vengono attivate 2 tipologie di interventi:

a) insegnamento dell’italiano come seconda lingua per allievi provenienti da scuola straniere e quindi già scolarizzati e alfabetizzati in altra lingua. Questo corso si avvale di insegnanti di lingua straniera e italiana interni all’Istituto.

b) integrazione linguistica per allievi scolarizzati in Italia ma che manifestano difficoltà di vario genere. Quest’ultima attività è suddivisa su 2 livelli:

- prima alfabetizzazione in lingua italiana

- produzione di frasi della lingua scritta

- comprensione dei linguaggi specifici delle discipline

Tali interventi sono gestiti da insegnanti di lingua italiana interni all’Istituto.